Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la pagina Privacy policy

Logo Unione Europea
Logo Agenzia per la Coesione Territorial
Logo Dipartimento della funzione pubblica
Logo PON Governance e capacità istituzionale

Faq

Elenco per argomento delle risposte alle domande frequenti.

Icona sezione FAQ

L’iniziativa è rivolta a tutte le pubbliche amministrazioni così come individuate nella disposizione normativa di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 (“Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”).

L’art. 1, comma 2, del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 prevede che per “amministrazioni pubbliche” si intendono: «tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300. Fino alla revisione organica della disciplina di settore, le disposizioni di cui al presente decreto continuano ad applicarsi anche al CONI».

All’iniziativa possono aderire le amministrazioni e non i singoli  dipendenti.

Dal prossimo 1° febbraio le amministrazioni potranno aderire al programma di assessment e formazione, attraverso una manifestazione di interesse formulata secondo le modalità che saranno rese disponibili sul sito web di progetto.

Sarà richiesta, in particolare, la compilazione di un modulo online – da firmare digitalmente a cura del Rappresentante Legale dell’amministrazione – in cui inserire informazioni riguardanti i propri referenti interni ed una programmazione di massima della partecipazione del proprio personale.

L'individuazione del personale è demandata alle valutazioni e alle scelte strategiche delle singole amministrazioni.

La finestra temporale entro cui inviare le richieste di adesione si è chiusa per questa prima fase di avvio il 15 febbraio. A regime sarà possibile aderire in qualunque momento.

La partecipazione all’iniziativa non ha costi, né per le amministrazioni, né per i singoli dipendenti.

L’iniziativa è potenzialmente aperta a tutti i dipendenti di ciascuna amministrazione, a prescindere dall’età, dal titolo di studio e dalla tipologia di contratto. Quest’ultima, tuttavia, anche in ragione delle proprie strategie formative, può prevedere ordini di priorità in funzione delle attività svolte dai singoli uffici, dei compiti assegnati ai singoli dipendenti, etc.

L'elenco delle amministrazioni che partecipano all'iniziativa è consultabile nella sezione “Chi partecipa” del sito web dell'iniziativa. Il suddetto elenco sarà aggiornato costantemente in funzione dei futuri ingressi.

Si, è possibile modificare la platea di dipendenti coinvolti anche dopo l'accettazione dell'adesione da parte del Dipartimento della funzione pubblica.

L’accesso al percorso di assessment e formazione è consentito al personale individuato dall’amministrazione che aderisce all’iniziativa.

Ciascuna amministrazione renderà noto ai propri dipendenti l’adesione all’iniziativa. L'elenco delle amministrazioni che partecipano alla fase pilota è consultabile anche nella sezione “Chi partecipa” del sito web dell'iniziativa.

Le amministrazioni che partecipano si impegnano a:
- promuovere l’iniziativa nell’ambito della propria amministrazione, a partire da una riflessione sistematica sulle priorità strategiche e sugli effettivi fabbisogni di competenza riscontrati a livello organizzativo e individuale;
- facilitare la massima partecipazione dei propri dipendenti;
- individuare e coinvolgere il personale oggetto del programma, che potrà quindi accedere all’autovalutazione delle proprie competenze digitali sulla piattaforma;
- comunicare e aggiornare il nominativo e i dati del referente dell’iniziativa;
- caricare i dati richiesti (Nome, Cognome, CF, Email istituzionale) dei dipendenti che parteciperanno all'iniziativa nei modi e formati previsti dal Dipartimento;
- concludere le attività programmate entro i termini previsti.

I dipendenti indicati dalle amministrazioni che aderiscono all’iniziativa devono portare a termine le attività di autovalutazione, di fruizione della formazione e di test post formazione secondo le modalità e nei tempi che saranno comunicati dalle amministrazioni stesse.

Ciascuna amministrazione pubblica definisce coerentemente con le proprie strategie formative la platea dei destinatari tra i propri dipendenti e i tempi di svolgimento dell’assessment e della fruizione dei corsi messi a disposizione. Indicare presunte date di avvio del percorso di assessment è utile al Dipartimento della funzione pubblica al fine della definizione di un calendario delle attività.

La manifestazione di adesione è pubblica e senza registrazione. Per questo è necessario che il modulo web, debitamente compilato, venga scaricato, firmato digitalmente e ricaricato a sistema tramite un’unica procedura, senza abbandonare la pagina web che si visualizza dopo aver cliccato sul pulsante "Scarica richiesta per la firma". Pertanto, qualora venisse abbandonata la pagina web senza aver caricato la domanda firmata, sarà necessario procedere con una nuova compilazione e seguire le indicazioni appena fornite.

Non è possibile apportare modifiche a moduli già scaricati o ricaricati a sistema. In caso di errori, sarà necessario procedere con una nuova compilazione. 
Qualora fossero già state inviate precedenti comunicazioni sarà possibile formalizzare una nuova richiesta di adesione; nel modulo è presente il campo “Informazioni aggiuntive” in cui potranno eventualmente essere indicati gli estremi della precedente comunicazione (es. Sostituisce la precedente comunicazione del GG/MM/AAAA).

L'e-mail ricevuta dopo l’invio del modulo di adesione conferma la ricezione dello stesso nei nostri sistemi. La finestra temporale entro cui inviare le richieste di adesione si è chiusa per questa prima fase di avvio il 15. E’ necessario attendere i tempi tecnici di analisi e valutazione di quanto pervenuto.
Il Dipartimento della funzione pubblica, sulla base delle manifestazioni di interesse presentate dalle amministrazioni, comunicherà a ciascuna di esse la data di avvio delle attività.
Solo allora il Referente, potrà completare la procedura di registrazione ed effettuare il caricamento degli utenti in piattaforma, secondo le modalità operative descritte nel "Manuale per il Referente della PA", che il Dipartimento renderà disponibile a seguito dell'accettazione della richiesta. I dipendenti, i cui dati saranno stati caricati in piattaforma, riceveranno un’e-mail da sistema contenente le indicazioni per procedere con il perfezionamento della registrazione individuale in piattaforma.

Il DFP definisce il calendario delle attività e lo comunica alle  amministrazioni che hanno aderito. Le amministrazioni che non hanno ancora ricevuto la comunicazione dovranno solo attendere le tempistiche dettate dalla programmazione definita in base alle adesioni pervenute.

L'accesso alla piattaforma è possibile, per gli utenti registrati, attraverso la sezione “Partecipa” della home page del sito, cliccando sul pulsante "Accedi" ed inserendo username e password ottenute al termine della fase di registrazione.

L’Amministrazione di appartenenza seleziona ed abilita il personale autorizzato ad accedere alla piattaforma. La registrazione è a cura del referente individuato dall’amministrazione stessa.

Pertanto, solo i dipendenti che avranno  ricevuto  un’ email  dall’indirizzo no-reply@competenzedigitali.gov.it avente come oggetto: “Competenze digitali per la PA – Conferma Registrazione”, potranno finalizzare la propria registrazione necessaria per l’accesso alla piattaforma di competenze Digitali.

Le modalità operative relative al caricamento degli utenti in piattaforma sono descritte nel "Manuale per il Referente della PA", che il Dipartimento della funzione pubblica renderà disponibile a ciascun Referente a seguito dell'accettazione della richiesta.

Si; ogni Referente avrà la possibilità di caricare ed abilitare i propri dipendenti  inserendo i singoli nominativi all'interno del template scaricabile attraverso un'apposita funzionalità in piattaforma.

Qualora si riscontrassero problemi di accesso in piattaforma, è anzitutto necessario verificare di aver ricevuto l'e-mail di conferma registrazione: - se si, è necessario contattare l'assistenza tecnica compilando il form disponibile all'indirizzo https://www.competenzedigitali.gov.it/contattaci.html dettagliando la richiesta e l'eventuale problematica riscontrata. - se no, è necessario verificare con il Referente della propria amministrazione di essere tra i dipendenti coinvolti nell'iniziativa

L’accesso alla piattaforma è consentito, anche per gli utenti registrati sul Punto Unico di Accesso (PUA), solo se si è stati preventivamente autorizzati dall’amministrazione di appartenenza.

Le modalità per il trattamento dei dati sono descritte al seguente link: https://www.competenzedigitali.gov.it/privacy-policy.html 

Il Syllabus è un documento che descrive il set minimo di conoscenze e abilità di base in ambito digitale che consente ai dipendenti pubblici di partecipare attivamente al processo di trasformazione digitale della PA. 

E’ possibile scaricare il documento sul sito del progetto http://www.competenzedigitali.gov.it/syllabus.html

Il Syllabus è lo strumento di riferimento per impostare questionari di autoverifica delle competenze digitali di base dei dipendenti pubblici e definire corsi formativi personalizzati.

Il Syllabus si rivolge: a tutti i dipendenti pubblici interessati ad intraprendere un percorso di autoverifica delle proprie competenze; alle amministrazioni coinvolte in attività di pianificazione di interventi formativi rivolti ai propri dipendenti; ai formatori interessati a definire corsi formativi in linea con il Syllabus e strumentali a coprire i gap di competenze rilevati.

Il Syllabus si articola in 11 competenze organizzate in 5 aree (1. Dati, informazioni e documenti informatici; 2. Comunicazione e condivisione; 3. Sicurezza; 4 Servizi on-line; 5. Trasformazione digitale) e prevede tre livelli di padronanza: base, intermedio, avanzato.
Ciascuna competenza a sua volta si articola in un numero variabile di conoscenze e abilità.

Le aree di competenza del Syllabus rappresentano le aree tematiche in cui sono raggruppate le competenze digitali considerate chiave per i dipendenti pubblici.

Per utilizzare la piattaforma è sufficiente un browser.
Sono supportate le versioni più recenti dei seguenti browser per desktop/laptop:
• Google Chrome 
• Firefox
• Safari
• Internet Explorer 11  
• Microsoft Edge

La piattaforma è utilizzabile anche da smartphone o tablet. Si raccomanda di utilizzare le versioni più recenti dei browser:  Safari o Chrome per iOS e Chrome per Android.

Grazie ad un sistema di rilevazione, valutazione e reportistica, i responsabili della formazione e del personale disporranno di una mappa dinamica e sempre aggiornata delle competenze e degli specifici fabbisogni formativi dell’amministrazione per la programmazione e l’elaborazione di piani e politiche di gestione del personale più efficaci e trasparenti.
I dati relativi all'esecuzione del test potranno comunque essere utilizzati dalla amministrazione solo in forma anonima e aggregata.

Il dipendente pubblico accedendo alla piattaforma web può scegliere di effettuare il test di autoverifica e visualizzare i relativi risultati. 

Ogni dipendente pubblico, la cui amministrazione abbia aderito al progetto può effettuare un test di autorilevazione suddiviso per aree di competenza e livelli di proficiency per accrescere  e valutare il proprio livello di padronanza sulle competenze digitali.

Il test è composto da un numero variabile di domande, da un minimo di 33 ad un massimo di 113. Il numero delle domande infatti cambia e si adatta in funzione dei livelli di padronanza raggiunti (base, intermedio, avanzato).

Il tempo massimo per ogni domanda è di 60 secondi.

La durata del test può variare da un minimo di 30 minuti ad un massimo di 2 ore, in base ai livelli di padronanza raggiunti per ciascuna competenza.

Per ciascuna competenza si passa dal livello di padronanza base a quello intermedio solo se si risponde correttamente al 60% delle domande previste dal sistema per il livello di padronanza base.

Per ciascuna competenza si passa dal livello di padronanza intermedio a quello avanzato solo se si risponde correttamente al 60% delle domande previste dal sistema per il livello di padronanza intermedio.

Le domande sono a risposta multipla con 4 alternative di cui una sola è corretta.

Il test può essere sospeso solo al completamento di ciascuna area di competenza e ripreso in un momento successivo.

E' possibile ripetere il test per un massimo di 3 volte.

Per effettuare l'assessment e la successiva formazione è necessario che la propria amministrazione abbia aderito all'iniziativa.

Le amministrazioni che aderiscono all'iniziativa promuovono la partecipazione dei propri dipendenti. Ciascuna amministrazione sceglie i tempi e le modalità più opportune e coerenti con la propria programmazione in tema di assessment delle risorse umane e formazione.

Prima di abbandonare il test, il sistema avvisa mediante un alert dell’impossibilità di riprendere un test abbandonato, pertanto non è possibile resettare alcun tentativo. Il sistema conteggia i test abbandonati tra i tentativi a disposizione.

Al termine del test l’utente potrà visualizzare i risultati conseguiti, presentati attraverso un report dettagliato contenente il livello di padronanza raggiunto per ciascuna delle competenze previste nel Syllabus.

Non sarà rilasciata alcuna certificazione a seguito del test di autoverifica.

I risultati dell'ultimo test completato sono presentati all'utente nella parte bassa della pagina visualizzata al suo accesso alla piattaforma. 
E' possibile consultare anche i risultati dei test precedentemente completati eseguendo le seguenti operazioni:
- Nella pagina visualizzata all'accesso in piattaforma, cliccare su "VAI ALLA LISTA" nel riquadro "Test completati" 
- Nella nuova pagina che viene visualizzata, cliccare su "RISULTATO" in corrispondenza dell'esecuzione del test di cui si vogliono consultare i risultati.

I risultati presentano, in corrispondenza di ciascuna delle competenze previste nel Syllabus:
- una medaglia, che indica il livello di padronanza eventualmente raggiunto (base, medio, avanzato) nella specifica competenza;
- due numeri separati da uno slash (esempio: 5/8). Il primo numero indica il numero di risposte esatte fornite durante il test, il secondo numero indica il numero complessivo di domande previste per il livello relativo ad una specifica competenza.

Una medaglia trasparente in corrispondenza di una competenza indica che l'utente non ha raggiunto il livello di padronanza base in tale competenza. 

Ai risultati di un test può accedere solo il dipendente pubblico che lo ha effettuato. I dati relativi all'esecuzione del test potranno essere utilizzati dalla propria amministrazione o dal Dipartimento solo in forma anonima e aggregata.

Il numero di domande indicato nei risultati in corrispondenza di una competenza è il numero massimo di domande che possono essere sottoposte durante un test per tale competenza. Il numero effettivo di domande sottoposte può essere minore a causa del funzionamento adattivo del test di autoverifica, che sottopone le domande di un certo livello di padronanza solo se l'utente ha risposto correttamente a tutte le domande del livello di padronanza precedente.

La reportistica fornita, aggiornata quotidianamente, è solo di tipo aggregato e non puntuale. Il Referente può monitorare per ciascun dipendente:
- completamento registrazione;
- esecuzione o meno del test di assessment;
- avvio/completamento del percorso formativo;
- avvio/completamento delle verifiche post-formazione;
Per la propria Amministrazione:
- numero dei test completati;
- percentuali di distribuzione dei livelli di padronanza conseguiti in ciascuna competenza negli utlimi test di assessment;
- numero dipedenti che hanno avviato un corso afferente a ciascuna area di competenza e livello di padronanza; 
- numero dipedenti che hanno completato un corso afferente a ciascuna area di competenza e livello di padronanza.

La formazione si rivolge a tutto il personale dipendente, a prescindere dalla tipologia di contratto.

Al termine del test di autoverifica il sistema suggerirà al dipendente pubblico i corsi formativi più adatti per colmare il gap di competenze rilevato a seguito dell'ultimo test completato. La fruizione dei corsi è in apprendimento autonomo e non sono previste attività sincrone (aule virtuali o webinar). I corsi sono contenuti e descritti in un apposito Catalogo della formazione.

I corsi, erogati in modalità e-learning, sono contenuti e descritti in un catalogo di moduli formativi sviluppati da Formez PA, Tim e Microsoft, partner nella realizzazione del progetto, e coprono tutte le competenze ed i livelli di padronanza descritti nel Syllabus. Il catalogo completo è consultabile al seguente link https://www.competenzedigitali.gov.it/il-programma/la-formazione/catalogo-corsi.html e nella pagina "Catalogo Corsi" all'nterno della piattaforma.

Il Catalogo prevede moduli formativi messi a disposizione dal Dipartimento della funzione pubblica, in collaborazione con FormezPA, accessibili a tutti i dipendenti senza restrizioni. Ai moduli formativi messi a disposizione dal Dipartimento della funzione pubblica si aggiungono altri moduli formativi proposti da altri soggetti pubblici e/o privati, individuati a seguito di una specifica procedura di accreditamento.

Il Dipartimento della funzione pubblica mette a disposizione a titolo gratuito alcuni corsi prodotti insieme al FormezPA, altri sono messi a disposizione sempre a titolo gratuito da soggetti pubblici che intendono promuovere il riuso di esperienze formative già realizzate, altri ancora sono a pagamento.

La durata di un intero ciclo di formazione varia a seconda delle possibili combinazioni di corsi base, intermedi e avanzati, derivanti dal risultato dell'ultimo test effettuato. È possibile ipotizzare una durata media pari a 6 ore. La durata di ogni singolo corso è indicata all’interno delle rispettive schede informative consultabili al link https://www.competenzedigitali.gov.it/il-programma/la-formazione/catalogo-corsi.html

Non è possibile scegliere i moduli formativi presenti nel catalogo; il sistema, infatti, propone all’utente un percorso formativo ad hoc sulla base dei gap formativi rilevati in fase di assessment.

Non viene rilasciata una vera e propria Certificazione,  ma a conclusione di ciascun corso formativo viene data al dipendente pubblico la possibilità di scaricare un attestato di frequenza.

L'attestato di frequenza viene rilasciato esclusivamente al completamento di tutte le attività previste per il singolo corso di formazione. E' possibile scaricare l'attestato dalla pagina del corso, sezione “Altri contenuti” > “Attestato di frequenza” > “Scarica il certificato”; quest’ultimo verrà visualizzato sul browser e contestualmente il sistema invierà una e-mail contenente l’allegato.